La situazione legata al Covid-19 che stiamo vivendo pone gli operatori coinvolti in prima linea nella gestione dell’emergenza in una condizione di gravissimo stress fisico ed emotivo. Il contatto con l’emergenza grave, le criticità cliniche, le molte morti, il rischio reale di essere contagiati, il dolore delle persone ammalate, l’allarme e il lutto dei familiari rappresentano un quadro che comporta sovraccarichi di grande entità.
Gli effetti dell’esposizione di questi operatori alle problematiche derivanti dal loro ruolo possono essere, infatti, molto onerosi e provocare distress grave, con conseguenze negative (sindrome di burnout, ansie e cadute depressive) potenzialmente pericolose anche dopo che l’attuale momento di emergenza sarà cessato, quando sarà richiesto di tornare ad una “normalità” di cui sono ancora incerti i confini. Inoltre, le ricadute sulle singole vite personali possono essere talvolta altrettanto gravi, a causa dei timori di contagio dei propri familiari, della separatezza relazionale imposta dalle regole di prevenzione, ecc.

La Cooperativa Minotauro offre un servizio gratuito di consulenze per via telematica a medici, infermieri, operatori sanitari, operatori di soccorso e della Protezione Civile direttamente coinvolti nell’aiuto delle persone ammalate di Covid-19 e per gli psicologi che lavorano a contatto con gli operatori all’interno delle strutture sanitarie.

La Cooperativa Minotauro finanzia il progetto con fondi etici derivanti dai contributi del 5×1000.

Per informazioni e appuntamenti scrivere a:
Dott.ssa Valeria Madaschi: madaschi.vale@gmail.com
Dott.ssa Manuela Provantini: manuela.provantini@gmail.com

 

Stefano Gastaldi, coordinatore dell’equipe che si occupa di elaborazione di eventi traumatici, ha realizzato due video di approfondimento sull’emergenza Coronavirus. Nel primo commenta le difficoltà che operatori sanitari, operatori di soccorso e della Protezione Civile direttamente coinvolti nell’aiuto delle persone malate di Covid-19, stanno affrontando. Il secondo video, invece, fornisce spunti di riflessione per comprendere e rielaborare il trauma legato all’emergenza attuale.